FANDOM


Abramo Lincoln
Abramo Lincoln
Sesso

Maschio Maschio

Èta

Sconosciuta

Specie

Umano

Stato

Deceduto

Occupazione

In passato Re di Marte,
In passato Presidente USA

Parentele e Relazioni Varie

Americani Centrali

Introdotto In

"Adventure Time"

Ultima Apparizione

"Box Prince"

Dimora

Re del piante Marte

Doppiatore/i

Pendleton Ward

Galleria

Abramo Lincoln (Re di Marte in Italia) fa il suo debutto nell'episodio pilota, in cui incoraggia Finn a credere in se stesso. Fa la sua comparsa anche in "Tempo d'Affari", dove è un personaggio in un videogioco di BMO.

Viene citato da Jake in "Il Potere dei Cristalli", quando afferma: «Se avessi avuto un penny per ogni volta che sono stato imbambolato da un'energia magica... sarei Abramo Lincoln!».

La sua prima apparizione nella serie ufficiale è in una delle tante foto nella casa di Hunson Abadeer.

È il personaggio principale nell'episodio "Cronache Marziane", ed è anche il Re di Marte. Perde la sua immortalità (che apparentemente equivale alla sua stessa vita) per salvare Jake, ucciso accidentalmente al posto dell'Omino Magico e inviato al 32esimo Mondo della Morte, e poi si trasforma nel Lincoln Memorial.

Aspetto

Abramo Lincoln è stato creato a modello somigliante dell'Abramo Lincoln della vita reale.

Indossa un completo nero abbinato con un papillon nero. Tre sono le differenze rilevanti con l'Abramo Lincoln reale: come Marceline, ha la capacità di fluttuare in aria, ha una luce gialla che gli circonda la testa (in "Corto Animato") e non indossa il cilindro che lo rese celebre.

A differenza della maggior parte dei personaggi, ha cinque dita. Il trono su cui è siede ha inciso il simbolo ♂, il simbolo astrologico di Marte, che rappresenta anche il simbolo "maschile" nella cultura popolare.

Lincoln parla un vernacolo (dialetto) colloquiale del tardo 20esimo secolo, molto diverso dai suoi discorsi pubblicati nel 19esimo secolo.

Comparsa negli episodi

Comparse principali

Comparse minori

Curiosità

Categorie e InterWiki

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.